Calciomercato Juventus, dalla Spagna insistono: “Se ne va a gennaio”

0
1015

Calciomercato Juventus, dalla Spagna le indiscrezioni continuano a volere Isco lontano dal Real Madrid già a gennaio

Fabio Paratici, Calciomercato Juventus @Getty

Calciomercato Juventus, dalla Spagna continuano ad insistere per l’addio di Isco. Nelle ultime settimane la telenovela riguardante il centrocampista spagnolo dei blancos è stata al centro del mercato. Isco è fuori dal progetto di Zidane e ai margini della squadra. Talento da vendere ma anche determinazione, Isco è un profilo che potrebbe ancora fare la differenza in qualsiasi squadra ma la vasta concorrenza al Real Madrid l’ha portato ai margini. Come sappiamo, la Juventus come altre squadre ai vertici europei, vorrebbe provare l’assalto al centrocampista ma lui non sembra cambiare idea, il Real Madrid è ancora la priorità per giocarsi le sue chance e convincere l’allenatore. In Spagna però le indiscrezioni parlano di un addio già nel mercato di gennaio. 

LEGGI ANCHE>>>Dybala, nessuna novità sul rinnovo: la Joya lascerà la Juventus?

Calciomercato Juventus, dalla Spagna insistono: “Se ne va a gennaio”

Isco, Calciomercato Juventus @Getty

Dalla Spagna giungono però conferme decisamente opposte, infatti, secondo ‘El Chiringuito Tv’, il giornalista spagnolo Edu Aguirre ha detto che “Isco vuole andarsene a gennaio”.

Il trequartista è da tempo ai margini dei merengues   per questo ha voglia di tornare protagonista, si dice, per via dell’europeo imminente che ci sarà in estate. Il Real è aperto ad abbassare ulteriormente il prezzo del suo cartellino, ora fissato a 50 milioni di euro, nel caso ovviamente giungesse qualche proposta concreta. Tra le destinazioni gradite c’è senza dubbio la Serie A, in particolare la Juventus di Andrea Pirlo che ha già espresso il suo gradimento nei confronti del giocatore.

LEGGI ANCHE>>>Locatelli alla Juventus, calciomercato: “Un centrocampista completo”

L’ingaggio di Isco: tra i 6,5 e i 7 milioni di euro, rientra nei parametri del club bianconero ma forse anche in quelli del Milan, altra squadra italiana che sembra essersi messa in coda fra le pretendenti, così come l’Inter, nell’ambito di uno scambio con Eriksen – a cui è stato accostato Isco. Il famoso Decreto Crescita potrebbe davvero permettere alla società targata Elliott di inserirsi in maniera concreta nella corsa al cartellino del classe ’92.