Calciomercato Juventus, il voto della Gazzetta dello Sport

0
229

Come ogni post-mercato che si rispetti la Gazzetta dello Sport ha dato i voti alle squadre che hanno operato sul mercato. Il calciomercato Juventus sufficiente.

Calciomercato Juventus
Paratici direttore sportivo della Juventus (Getty Images)

E’ finita anche questa sessione di calciomercato. Fabio Paratici ha dovuto convivere con ristrettezze mai registrate prima, quando solo un anno fa staccava un assegno per Kulusevski. Operazione da 45 milioni complessivi. Dopo appena 12 mesi, col Covid-19 in mezzo, nessun colpo che tale si possa definire in entrata. La Gazzetta dello Sport ha distribuito le proprie pagelle, attribuendo un “6” alla Vecchia Signora. Anche a sorpresa secondo molti. Il calciomercato Juventus non è stato entusiasmante, anzi il club è rimasto col cerino in mano circa l’affare Scamacca.

LEGGI ANCHE >>> Dzeko per Bonucci, a giugno altro scambio tra Juventus e Roma 

Calciomercato Juventus, cessioni e un colpo di prospettiva

La sufficienza al calciomercato Juventus secondo la rosea è giustificata dalle operazioni concluse. «Nella galleria dei grandi assenti c’è anche una Juventus insolitamente sonnacchiosa – si legge -. Il corteggiamento a Scamacca si è concluso con un nulla di fatto: il Sassuolo ha detto no ad una cessione in prestito senza certezze di riscatto. Certo, Paratici ha congegnato con il Genoa l’operazione-Rovella, assicurandosi un talento per il futuro e piazzando l’ennesima performance nelle tanto care plusvalenze (Portanova e Petrelli ai rossoblù). Ovviamente a Torino è tempo di cura dimagrante dopo le costose (e fruttuose) mosse per Chiesa, Kulusevski e Morata».