Calciomercato Juventus, futuro Depay: la priorità dell’olandese

0
181

Calciomercato Juventus, il futuro di Depay è lontano dal Lione. Ma la priorità dell’attaccante sembrerebbe un’altra: vuole il Barca

Depay @Getty

Depay, alla fine della stagione, saluterà il Lione. A scadenza di contratto, l’attaccante olandese ha praticamente chiuso il suo ciclo con la società francese. E, visto anche il possibile arrivo a parametro zero, la Juventus, così come altri club di prima fascia, ci hanno messo gli occhi addosso.

Oltre ai bianconeri infatti, delle richieste d’informazioni all’entourage del calciatore sono arrivate da Psg, Roma e Barcellona. E sarebbe la società catalana quella più avanti. Non c’è da dimenticare che il Barca è allenato da Koeman, connazionale del centravanti in forza alla squadra di Rudi Garcia.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, il ritorno è più vicino del previsto

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, “Vuole il Real Madrid”: As lancia la bomba

Calciomercato Juventus, Depay vuole il Barcellona

Calciomercato Juventus
Dybala, Juventus @Getty

A quanto scrive il Mundo Deportivo, Depay avrebbe già scelto. La sua priorità, in questo momento, sarebbe il Barcellona: troppo attratto dalla possibilità di giocare con Messi e di trovare, in panchina, un uomo che sicuramente lo conosce e che gli potrebbe garantire certamente un ambientamento molto più veloce nel suo nuovo club. La trattativa però, anche se in fase avanzata, sarebbe tutt’altro che chiusa.

E la Juventus, in tutto questo, rimane alla finestra. Se non arrivasse il rinnovo di Dybala – che al momento nonostante le parole di ieri del calciatore, appare comunque difficile – un’alternativa importante potrebbe essere proprio l’olandese, che per caratteristiche tecniche si avvicina e di molto all’argentino. Non una prima punta, ma un elemento in grado di svariare su tutto il fronte offensivo e soprattutto molto abile sotto il profilo tecnico. Depay non lo scopriamo certamente noi e nemmeno Paratici, che in tempi non sospetti avrebbe cercato di portarlo a Torino. L’interesse, è evidente, rimane.