Fulmine Juventus, Inter sotto choc: il nuovo bomber è un figlio d’arte

0
5276

Fulmine Juventus, Cherubini pronto a sfidare l’Inter per il nuovo bomber che è un figlio d’arte e che è nato in Italia. Colpaccio a parametro zero

Non c’è solamente l’Inter sul calciatore. Ma anche la Juventus, secondo TuttoSport in edicola questa mattina, avrebbe iniziato a chiedere delle informazioni sul profilo di un attaccante nato in Italia, e precisamente a Parma, che è stato convocato dalla Nazionale francese per il Mondiale e che gioca in Germania, al Borussia Monchengladbach. I più visti avranno già capito che parliamo del figlio di Lilian Thuram, attaccante classe 1997 che alla fine della stagione chiude il suo accordo con il club tedesco e che al momento non sembra avere nessuna intenzione di rinnovare. E con molta probabilità non lo farà, soprattutto perché sulle sue tracce ci sono diversi club tra i quali, ovviamente, il Bayern Monaco e anche l’Inter.

Fulmine Juventus, Inter sotto choc: il nuovo bomber è un figlio d'arte
Marotta ©️LaPresse

Ma non solo: se le due squadre già citate annusano il colpo a parametro zero – con l’entourage del calciatore che spingerebbe per la Baviera alla fine dell’anno – per anticipare la concorrenza il Marsiglia di Tudor sarebbe disposto a mettere sul piatto un’offerta importante per il prossimo mese di gennaio. Insomma, su Thuram – dieci gol e tre assist in questa stagione e una crescita costante – c’è la fila.

Fulmine Juventus, anche Cherubini su Thuram

Fulmine Juventus, Inter sotto choc: il nuovo bomber è un figlio d'arte
Thuram ©️LaPresse

E in questa fila, prendendo il numerino – per adesso quello ultimo ma chissà – si è inserita anche la Juventus che ha iniziato a fare dei sondaggi. L’esplosione di Kean (tre gol nelle ultime due partite) ha sicuramente messo in tranquillità Allegri che nella seconda parte di stagione potrebbe dare sicuramente un po’ di spazio all’italiano, ed è per questo motivo che la Juventus valuta questa possibilità di prendere Thuram solamente a parametro zero il prossimo anno.

Sperano che le altre non decidano di affondare il colpo prima. Una cosa che comunque appare difficile. E la pista Marsiglia non scalda i cuori più di tanto.