Juventus, i Mondiali ‘decidono’ il mercato: Real Madrid spalle al muro

0
35

Juventus, i Mondiali in Qatar impattano anche sul calciomercato bianconero e non solo. Tutti gli aggiornamenti nella giornata inaugurale dell’atteso e discusso evento Fifa.

Circa quest’ultimo, come noto, si sono diffuse tante voci e polemiche, soprattutto di natura politica, sociale e umanitaria che hanno portato i discorsi squisitamente calcistici a passare quasi in secondo piano. Come sovente accade in questi casi, però, non appena il pallone sarà posto al centro del campo, seppur momentaneamente, tutte le polemiche e le critiche svaniranno.

Calciomercato Juventus, offerta rifiutata: sfida con la Roma
Allegri @Lapresse

Questo non significa negare i problemi e i lati oscuri di questa competizione, attenzionati già in altri luoghi e certamente non relegabili ad un approfondimento da praticare in questa sede. Piuttosto, ci limitiamo qui a riportare significativi aggiornamenti dalla Spagna, evidenzianti un’altra importante questione sui Mondiali in Qatar.

Calciomercato Juventus, il futuro di Asensio e quell’intreccio decisivo col Mondiale

Asensio juvelive.it
Asensio ©️Ansafoto

Questi ultimi avranno una certa ingerenza, infatti, anche su quelle che saranno le prossime evoluzioni del mercato, in base ai responsi che giungeranno proprio dai profili messi nel mirino da diverse big d’Europa e per i quali le partite con la propria Nazionale potranno assumere il sapore di discriminante per il proprio futuro.

Particolare attenzione si rivolga, dunque, a quanto riferito da El Nacional, espressosi in queste ore sul futuro di un giocatore a lungo seguito dalla Juventus e da tante altre big d’Italia ed ‘Europa quali Milan, Barcellona e buona parte delle società di Premier League. Ci riferiamo a Marco Asensio, prossimo a esordire in Qatar con la maglia numero dieci e mettersi a disposizione di Luis Enrique, soprattutto come spacca-partita subentrante.

Le penne spagnole evidenziano come Florentino Perez abbia fin qui sempre declinato le richiese di rinnovo con ingaggio maggiorato ma, in caso di esplosione nella competizione in Arabia Saudita, potrebbe cedere per evitare di imbattersi in beffe ancora più importanti. In caso contrario, significherebbe veder partire lo spagnolo a parametro zero, regalandolo non solo a possibili dirette concorrenti europee ma anche perdendo un elemento che potrebbe acquisire dopo il Mondiale in Qatar uno status ben più nobile di quello attuale e ricucitosi dopo le plurime difficoltà incontrate in questo periodo.