Calciomercato Juventus, ‘scippo’ Scudetto all’Inter: ha già risposto

0
71

Il 2023 sarà un anno di cambiamenti in casa Juventus? I bianconeri potrebbero cambiare diversi uomini e non solo in campo.

Ormai il mese di gennaio sta per arrivare e sarà un mese molto importante per la Juventus su più fronti. In primis non si può non citare il fatto che arriverà un nuovo gruppo di dirigenti che sarà chiamato a prendere le redini della società e trascinarla verso nuovi trionfi.

Calciomercato Juventus, ‘scippo’ Scudetto all’Inter: ha già risposto
Giuseppe Marotta, CEO dell’Inter @LaPresse

Ci sarà poi il ritorno del calcio giocato dopo la lunga sosta per i mondiali che vedranno nel weekend le finali. Con la formazione allenata da Massimiliano Allegri che ha tutte le carte in regola per tentare di inserirsi nella lotta per lo scudetto. O quantomeno per cercare di arrivare tra le prime quattro. Senza dimenticare poi il cammino Europeo, che pure sarà un obiettivo importante da inseguire. Gennaio sarà anche il mese del calciomercato. Ci sarà qualche volto nuovo in arrivo a Torino?

Biasin: “Juventus-Marotta? Non sono cose di gennaio”

Difficile ipotizzare stravolgimenti a gennaio, le vere novità probabilmente saranno in estate. E a tal proposito si sta parlando molto di nuovi dirigenti in arrivo, tra cui potrebbe esserci anche Giuseppe Marotta, ora all’Inter. Per lui si tratterebbe di un ritorno in bianconero.

Calciomercato Juventus, ‘scippo’ Scudetto all’Inter: ha già risposto
@LaPresse

A TeleLombardia il giornalista Fabrizio Biasin ha parlato proprio delle possibilità che l’esperto dirigente possa tornare a Torino. “Marotta alla Juve? Non sono cose di gennaio, semmai a giugno. Sono convinto che la Juventus stia facendo un tentativo con Marotta, visto che ha dimostrato di essere il più bravo. Se devi prendere qualcuno, è logico che si provi a prendere il più bravo. Al momento, quello che posso dire facendo il mio mestiere, è che ho chiesto e la risposta è stata “Non ci penso”. Dunque nessun ribaltone in vista nelle prossime settimane, ma chissà che in primavera non se ne possa riparlare.