Voti Salernitana-Juventus 0-3 e pagelle: Vlahovic fuori categoria, Di Maria come Giotto

0
480

Voti Salernitana-Juventus e pagelle: Vlahovic ritorna al goal, Di Maria disegna calcio. Miretti sfortunato, Kostic goleador.

Da pochi istanti si è chiusa la gara dell’Arechi. Al termine di un match che la Juventus ha sostanzialmente avuto in mano sin dalla prima frazione di gioco, i bianconeri si sono imposti con un largo 0-3 per effetto della doppietta messo a segno da Dusan Vlahovic, inframmezzata dal sigillo di Kostic.

Voti Salernitana-Juventus 0-2
Esultanza Juventus – Juvelive.it

Dusan Vlahovic sugli scudi. L’attaccante serbo si sblocca dagli undici metri e finalmente ritorna l’attaccante prepotente da un punto di vista fisico che mancava ad Allegri. Da antologia il colpo di tacco con il quale manda a spasso Trost-Ekong. Da rapace d’area di rigore la rasoiata con cui gela Ochoa agli albori della seconda frazione di gioco. Il numero 9 è cercato molto da Angel Di Maria, al quale sembra essere legato da una corrispondenza di amorosi sensi. Proprio “El Fideo” ricama il gioco come suo solito, svariando molto sulla trequarti bianconera alla ricerca del pertugio giusto con cui velocizzare la manovra dei suoi. Volente o nolente il fuoriclasse argentino è presente in tutte le azioni pericolose della Juve. Da antologia il sinistro con il quale colpisce clamorosamente la traversa con un tiro a giro top class.

Voti Salernitana-Juventus: Vlahovic e Di Maria sugli scudi

Dopo un inizio un po’ in ombra, Kostic ha carburato ed è entrato a gamba tesa nel match con un goal importante al tramonto del primo tempo. Molto propositivo anche Locatelli, che conferma l’ottima prova fornita contro la Lazio calamitando una caterva impressionante di palloni. Solito compitino per De Sciglio, che mette a referto una prova sufficiente. Solida la prestazione di Rabiot, utile in entrambe le fasi di gioco al netto di qualche distrazione. Buona la prova del pacchetto arretrato, raramente messo in difficoltà dagli uomini di Nicola. Non impatta nella gara Fagioli, mentre Chiesa dopo un paio di stop non riusciti si mette in proprio con delle sgasate irresistibili che fanno a fette la non irresistibile retroguardia granata.

JUVENTUS (3-5-1-1): Szczesny 6, Danilo 6,5, Bremer 6, Alex Sandro 6, De Sciglio 6 (’79 Iling-Junior, Miretti 6,5 (’40 Fagioli 5,5), Locatelli 7, Rabiot 6,5, Kostic 6,5 (’62 Cuadrado 6), Di Maria 7 (’62 Chiesa 5,5), Vlahovic 8,5 (’79 Kean 6,5).