Pogba, c’è una “strada” più veloce: “Giudicato subito”

0
232

Pogba, quali potrebbero essere le prossime mosse del centrocampista della Juve trovato positivo al testosterone: parla l’esperto. 

L’argomento Pogba continua inesorabilmente a tenere banco in casa Juventus. Stavolta gli infortuni, che da anni tormentano il centrocampista francese, non svolgono in un ruolo principale nella vicenda.

Pogba, c’è una “strada” più veloce: “Giudicato subito”
Pogba – Juvelive.it (Ansa)

L’ex Manchester United, tornato lo scorso anno a Torino dopo sei stagioni in Inghilterra con i Red Devils, ieri è stato trovato positivo al doping. La sostanza proibita è il testosterone. Che, dalle prime indiscrezioni circolate in queste ore, il giocatore avrebbe assunto attraverso un integratore. Ora non resta che attendere le controanalisi, ma nel frattempo Pogba non potrà allenarsi neppure con i suoi compagni. Primo effetto della sospensione, scattata immediatamente dopo che il tribunale nazionale ha reso noto l’esito dei controlli. Potrebbe essere stata solamente una “leggerezza” da parte del calciatore bianconero, un po’ come accadde un anno fa al difensore dell’Atalanta Palomino. Il centrale argentino restò fuori per circa tre mesi ma alla fine riuscì a dimostrare la sua innocenza.

Pogba, Valori: “Il Tas velocizzerebbe la procedura”

Della vicenda Pogba ha parlato pochi minuti fa anche il professor Guido Valori, ex Procura nazionale antidoping, intervenuto durante la diretta Twitch di TvPlay.

Valori ha escluso eventuali “ribaltoni” rispetto alle prime analisi: “Le controanalisi vengono richieste qualora si abbiano forti perplessità – ha detto – Si tratta di una scelta difensiva. L’unico vantaggio che avrebbe è che i tempi sono più brevi. Salterebbe un passaggio. Potrebbe direttamente spiegare perché è avvenuto il fatto e risultare estraneo e senza colpa oppure avere colpa più o meno lieve e avere sanzione attenuata oppure avere responsabilità piena con sanzione che può arrivare a quattro anni. Il range è ampio. Sulla procedura c’è la possibilità di essere giudicato in un unico grado al Tas, cosa che agevolerebbe e farebbe si che la procedura si velocizzasse”.