Calciomercato Juventus, all in Giuntoli: firmano in sette

0
84

Tempo di rinnovi in casa Juventus: il punto da Adrien Rabiot a Federico Chiesa

In casa Juventus si pensa già al mercato invernale ma anche ai rinnovi. Sono tanti i giocatori bianconeri in attesa di rinnovo.

Rabiot, il punto sul rinnovo con la Juventus
Adrien Rabiot ©LaPresse

Il piano di prolungamenti era stato pensato con l’obiettivo di abbassare il monte ingaggi. Con l’aumento di capitale adesso la società ha una libertà maggiore di prolungare i contratti in base a valutazioni prettamente tecniche. C’è un tavolo aperto per il rinnovo di Gleison Bremer, con l’obiettivo di un prolungamento fino al 2028. In questo modo il club potrebbe riuscire ad abbassare il costo d’ammortamento annuale, come sottolineato da ‘La Gazzetta dello Sport’. A fine stagione andrà in scadenza Daniele Rugani che in questa prima parte di campionato ha ritrovato spazio, guadagnandosi l’attenzione del club. Cristiano Giuntoli e Giovanni Manna stanno già ragionando sul prolungamento, magari con un contratto annuale e con un abbassamento dell’ingaggio. La priorità della Juventus, però, è certamente Adrien Rabiot.

Il francese già l’anno scorso si trovava nella stessa situazione, arrivando al termine della stagione prima di accettare il rinnovo. Quest’anno il club vuole anticipare i tempi per non rischiare di perderlo a parametro zero a giugno. Le diverse richieste dalla Premier League potrebbero mettere di fronte a un bivio l’ex Psg che, però, sta diventando sempre più leader della squadra. La dirigenza rimane in contatto con la mamma-agente Veronique, nella speranza di arrivare a un accordo il prima possibile.

Juventus, Rabiot priorità tra i rinnovi: il punto su Chiesa, Kean e Szczesny

Leggermente diversa, invece, la situazione di Federico Chiesa che ha un contratto fino al 2025. In questo caso la Juventus è più tranquilla e ha più tempo a disposizione per intavolare dei discorsi concreti sul rinnovo.

Chiesa: il punto sul rinnovo
Monza-Juventus ©LaPresse

Il figlio d’arte, però, vorrebbe un aumento di stipendio rispetto ai 5 milioni attuali. Attualmente c’è distanza tra le parti ma c’è ancora tempo per la Juventus per raggiungere un accordo. Nel 2025 scadrà anche il contratto di Samuel Iling-Junior che, però, sta giocando poco in questa prima parte di stagione e ha diverse richieste in giro per l’Europa. La sua giovane età lo rende piuttosto ambito, così come Matias Soulé, in prestito al Frosinone e già richiesto da diverse big. Fra i bianconeri in scadenza nel 2025 c’è anche Moise Kean, giocatore molto considerato da Massimiliano Allegri. La Juventus è disposta a un rinnovo anche biennale, con un adeguamento al ribasso dell’attuale ingaggio. Anche Szczesny andrà in scadenza nel 2025 ma la Juve difficilmente lo lascerà andare, se non per un sostituto di grande spessore. Come non parlare di Dusan Vlahovic che, però, ha ancora tre anni di contratto. Le voci di mercato sul serbo sono sempre molto presenti ed è difficile prevedere cosa potrebbe accadere da qui a fine stagione. Il club lo considera un giocatore importante per il club ma, in caso di offerta importante, non farebbe muro ma accetterebbe di sacrificarlo.

Il punto sul rinnovo di Szczesny
Wojciech Szczesny (LaPresse)

Negli ultimi tempi sta diventando sempre più centrale nello scacchiere della Juventus anche Federico Gatti, premiato ieri a Torino con la targa Scirea, in occasione del Golden Boy 2023. Oltre al prolungamento è previsto anche un adeguamento contrattuale dopo le ottime prestazioni fornite nell’ultimo anno. Per quanto riguarda Manuel Locatelli, invece, il suo contratto è in scadenza a giugno 2028 e al momento la situazione è piuttosto stabile. Di recente ha prolungato anche Nicolò Fagioli fino al 2028, un rinnovo per nulla scontato dopo la squalifica per calcio scommesse. Il segnale del rinnovo certifica il supporto del club nei confronti del ragazzo in un momento molto buio della carriera.