Calciomercato Juventus, Capello controcorrente: “Fossi in lui ci penserei”

0
508

Calciomercato Juventus, Capello ha espresso la sua perplessità sul futuro, possibile, allenatore dei bianconeri.

Juventus
Fabio Capello (Getty Images)

Calciomercato Juventus, Fabio Capello controcorrente. L’ex allenatore di Juventus e Roma e ora opinionista, ha detto la sua sul possibile sostituto di Pirlo. Come sappiamo la situazione del maestro è tutt’altro che certificata e il suo futuro in bianconero sembra ormai appeso ad un filo, anche in caso di qualificazione Champions. Si parla infatti di un grande e gradito ritorno di Massimiliano Allegri che sarebbe disposto a ricominciare, laddove tutto si concluse dopo cinque anni di dominio e con due finali di Champions raggiunte. Capello è famoso anche per essere molto schietto e dire sinceramente quello che pensa, parlando infatti di un possibile ritorno di Allegri ha dichiarato: Tutti quelli che sono ritornati non hanno fatto molto bene, parlo anche del sottoscritto. Se Allegri tornasse, conoscerebbe tutti i problemi della bottega”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Allegri e quella voce su Ambra e un club estero

Calciomercato Juventus, Capello controcorrente: “Fossi in lui ci penserei”

Calciomercato Juventus
Massimiliano Allegri @Getty Images

E sempre sulla questione, Allegri bis, Capello rincalza: “La domanda è: perché è andato via dalla Juve? Cosa cercavano di diverso da lui? Quel qualcosa di diverso è stato Sarri, che è arrivato e non è riuscito a farlo vedere, non è riuscito a dipingere il quadro che voleva”. E poi ha parlato anche della dirigenza bianconera: “La dirigenza che pensa di sapere più degli allenatori? E sono seduti in tribuna”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, dalla Spagna ci provano: ma Allegri blocca tutto

Sempre sulla dirigenza, Fabio Capello conclude: “Non è che puoi dire, qua fai l’allenatore e comandiamo solo noi, bisogna che ci sia anche affinità fra le parti, che si vedano i progetti nella stessa maniera, pensandola allo stesso modo, che si discute e si scelgano i giocatori concordandosi. Però queste tre scelte di tre allenatori in tre anni mi fa pensare che qualcuno si sia sopravvaluto. Non c’entrano i problemi economici. Fossi in Allegri, ci penserei a ritornare alla Juventus“.