Juventus-Lazio, Allegri non si smentisce: “Non mi piace dare spiegazioni”

0
121

Juventus-Lazio, le parole di Allegri ai microfoni di DAZN al fischio finale: ecco quanto dichiarato dal tecnico livornese.

La Juventus è riuscita ad avere la meglio anche della Lazio: allo “Stadium”, la doppietta di Kean ed il sigillo di Milik hanno permesso ai bianconeri di incamerare tre punti importanti per rinsaldare il terzo posto. Ai microfoni di DAZN, Max Allegri ha fornito la sua chiave di lettura in merito alla prestazione dei suoi ragazzi:

Juventus-Lazio, Allegri non si smentisce: "Non mi piace dare spiegazioni"
Max Allegri ©LaPresse

GARA – “Nell’ultimo mese e mezzo i ragazzi hanno fatto cose ottime. Giocare contro di loro non è semplice, abbiamo concesso poco e niente fino alla fine. Per dare pressione, nel primo tempo la Lazio ha corso molto.”

SOSTACi voleva, abbiamo troppi calciatori con il punto interrogativo. La Nazionale alzerà il ritmo partito per Chiesa. Oggi c’era un filino bisogno di tirare il fiato. In campionato direi che c’è spazio per tutti, poi già qualche anno fa ma soprattutto ora i cambi diventano fondamentali.

SPIRITO – “Lo spirito è cambiato: mi sarei arrabbiato se avessimo preso goal su quel tiro. “

KEAN“Molto più equilibrato da un punto di vista mentale, lavora, fa fatica. Sta anche meglio fisicamente, ha un approccio mentale diverso. Rispetto all’anno scorso, ha 5-6 kg in meno.

LAVORO – “Sono abituato a parlare poco, non mi piace dare spiegazioni. C’è solo da lavorare, restare in silenzio ed ottenere i risultati. Il calcio è molto semplice sotto questo punto di vista, c’è solo da ringraziare questi ragazzi.

QUOTA SCUDETTOIl Napoli sta facendo un campionato a sé e sta viaggiando ad una media impressionante. Il campionato a meno di 90 non si vince, vedendo come sta andando il Napoli. 6 giornate fa nessuno credeva che alla sosta potessimo essere terzi, e questo è già un saltino per ricaricare le batterie.”