Juventus-Lazio, Allegri “boccia” Vlahovic e ne elogia un altro: “Ha il DNA bianconero”

0
454

Juventus-Lazio, il sigillo di Bremer decide la contesa: le parole di Max Allegri ai microfoni di Mediaset nell’immediato post partita.

Una partita da vincere a tutti i costi per provare a lasciarsi alle spalle il periodo no. La Juventus fa il suo dovere e regola la Lazio grazie al goal di Bremer, strappando il pass per le semifinali di Coppa Italia, dove i bianconeri se la vedranno con l’Inter. Ai microfoni di Mediaset, Max Allegri ha commentato l’evolvere della gara:

Max Allegri – Juvelive.it

GARA – “Stasera è stata una bella partita, abbiamo gestito bene anche la palla soprattutto nel secondo tempo. La cosa più importante è aver ritrovato l’atteggiamento a differenza di quanto accaduto nel primo tempo contro il Monza. Sono ragazzi responsabili, devono capire che per vincere le partite oltre alla gara e alla tecnica c’è bisogno dello spirito giusto. Stasera abbiamo difeso bene e giocando contro il buon pressing della Lazio.”

LAZIO“Giocare contro di loro non è semplice, anche perché se scateni la loro velocità diventano molto pericolosi. Li abbiamo rallentati, interrompendo le loro linee di passaggio. Poi è chiaro che l’unico che poteva prendere di testa la palla era Milinkovic e lo abbiamo fermato.”

ATTEGGIAMENTO REMISSIVO IN ALCUNI FRANGENTI“Credo che la squadra abbia fatto una buona partita, poi è chiaro che nel secondo tempo la Lazio ha avuto il dominio del possesso ed abbiamo avuto occasioni in ripartenze. Il periodo non è facile. Abbiamo comunque messo una buona base per ripartire in campionato.”

LOCATELLI“Sta diventando un esempio importante, di cuore, di testa, su come si affrontano le partite. Si tratta di un giocatore con il DNA della Juventus dentro. Chiesa è rientrato ed ha fatto buone cose, Vlahovic ha alternato cose buone ad altro meno buone. Cuadrado ha avuto un atteggiamento straordinario.