Fiato sospeso Juventus, nuova visita specialistica per Chiesa: le ultime

0
370

Fiato sospeso Juventus, Chiesa ha paura e anche se i recenti esami hanno escluso lesioni farà una nuova visita specialistica. Ecco quando

La Juventus col fiato sospeso per Federico Chiesa. E anche il giocatore dopo i recenti stop contro Friburgo e Inter non vive un momento tranquillo. Tanto di aver deciso di andare in Austiria, dal dottor Fink, quello che lo ha operato al ginocchio sinistro più di un anno fa ormai, per un controllo approfondito.

Fiato sospeso Juventus, nuova visita specialistica per Chiesa: le ultime
Chiesa – Juvelive.it

Anche se gli esami hanno escluso delle lesioni, Chiesa non è tranquillo, sente ancora fastidio – spiega la Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina – e dopo aver passato un anno a guardare non vuole lasciare nulla al caso. Vuole essere certo di poter tornare a forzare, perché le ultime uscite lo hanno messo in seria difficoltà. Potrebbe anche essere una questione mentale, perché venire fuori da un tunnel come un infortunio al ginocchio così grave non è facile. E allora meglio andare a farsi tranquillizzare anche da quello che è un luminare delle ginocchia.

Fiato sospeso Juventus, lunedì Chiesa in Austria

L’appuntamento è fissato per lunedì. E Chiesa ha bisogno di certezze anche per cercare di andare oltre al dolore al ginocchio. Che è il destro, quindi diverso da quello operato dopo l’infortunio contro la Roma del gennaio del 2022 all’Olimpico.

Fiato sospeso Juventus, nuova visita specialistica per Chiesa: le ultime
Chiesa – Juvelive.it

Federico spera di avere delle risposte rassicuranti che gli possano mettere l’anima in pace così da riprendere a correre senza preoccupazioni, senza nessun blocco mentale e nemmeno fisico. Uno come lui, con le sue qualità, alla Juventus serve come il pane in questo finale di stagione così importante, dove in ballo c’è l’Europa League ma anche quella che potrebbe essere una clamorosa rimonta in campionato. Dal proprio canto Chiesa scalpita, vorrebbe spaccare il Mondo, ma non si sente tranquillo. Ecco il motivo di questa visita.