Ronaldo contro la Juventus: “verdetto” anticipato

0
204

Ronaldo contro la Juventus, continua a tenere banco la vicenda CR7: il portoghese ha fatto causa al club bianconero. 

È passato ormai quasi un anno dal famigerato Consiglio d’amministrazione in cui la vecchia dirigenza della Juventus decise di dimettersi in blocco. Un vero e proprio “terremoto” societario che colse di sorpresa non solo i tifosi bianconeri ma l’intero calcio italiano e non solo. Oggi la Signora ha una dirigenza, il cui compito principale – almeno nella prima fase – è quello di far quadrare di nuovo i bilanci e varare un progetto che sia sostenibile.

Ronaldo contro la Juventus: “verdetto” anticipato
Ronaldo – Juvelive.it (LaPresse)

Non a caso nell’ultima sessione di mercato il nuovo responsabile dell’area sportiva Cristiano Giuntoli si è dedicato quasi esclusivamente alle cessioni. Piazzare gli esuberi era fondamentale per tornare a far respirare i conti. Non è ancora stato ufficializzato il bilancio 2022-23: bisognerà attendere la prima settimana di ottobre per conoscere con precisione a quanto ammontano le perdite della società. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, le stime effettuate in base alla semestrale di Exor parlano chiaro: la Juventus dovrebbe aver dimezzato il rosso rispetto al precedente bilancio, che era di 239 milioni di euro. Senz’altro una buona notizia ma il lavoro da fare è ancora parecchio.

Ronaldo contro la Juventus, Afeltra: “Si va verso l’improcedibilità”

Pesano soprattutto i mancati introiti della Champions League. La Juventus aveva ottenuto sul campo la qualificazione alla coppa dalle grandi orecchie. Tuttavia, la penalizzazione di dieci punti per via del caso plusvalenze scontata nello scorso campionato l’ha fatta scivolare in settima posizione.

Nuovo accordo Ronaldo-Juventus: “contestazione” ribaltata
Ronaldo – Juvelive.it (Ansa)

Juventus che, ad ogni modo, non avrebbe potuto giocare lo stesso le coppe, essendo stata successivamente squalificata anche dall’Uefa. Sui bilanci però potrebbe avere un certo peso anche la cosiddetta vicenda Ronaldo. Il centravanti portoghese, a Torino dal 2018 al 2021, come sappiamo ha fatto causa alla società per i 19 milioni di euro a cui all’epoca rinunciò per aiutare il club per aiutare la società in piena pandemia. Ma, secondo l’avvocato Roberto Afeltra, intervistato da TMW Radio, si andrebbe verso l’improcedibilità. “L’accordo – spiega Afeltra – non essendo stato depositato di fronte alla Lega, ha prodotto la richiesta da parte di Cristiano Ronaldo. Il Collegio Arbitrale non è però deputato a decidere, in quanto Ronaldo non è più un tesserato della Juventus. Ad ora si va verso l’improcedibilità. Se Ronaldo dovesse adire alle vie ordinarie, il caso cambierebbe. Paratici aveva i poteri per impegnare la Juventus all’epoca”.