Superenalotto, salta l’estrazione del concorso n. 3: ecco perché

0
71

Superenalotto, il concorso n. 3 si farà attendere un po’ più a lungo del solito, ma niente paura: c’è una bellissima notizia in serbo per voi.

Qualcuno lo sa. Qualcun altro pure, solo che non ci pensa. E lo scopre così, all’improvviso, nel momento in cui, inconsapevole del fatto che non ci sia niente da controllare, tira fuori la sua schedina per incrociarne i numeri con i dati riportati sullo schermo, nella speranza che la dea bendata lo abbia finalmente baciato.

Superenalotto, salta l'estrazione del concorso n. 3: ecco perché

Sarà perciò tanta, domani, la delusione sui volti degli amanti del Superenalotto. Aspettano le giornate in cui si svolgono le estrazioni con così tanta trepidazione che rimarranno di sasso quando scopriranno che stavolta è saltato tutto. Che pur essendo sabato non ci sarà alcuna estrazione del Superenalotto, a differenza di quanto accade solitamente. Il concorso n. 3 del 2024 è slittato e dovranno pazientare più a lungo del solito, di conseguenza, gli aspiranti milionari d’Italia.

Non si gioca, per chi non lo sapesse, nei giorni che sul calendario sono rossi perché coincidono con le feste. Il 6 gennaio si celebra l’Epifania ed è per questo motivo che Sisal ha dovuto spostare l’appuntamento ad una data più consona.

Superenalotto, non tutti i mali vengono per nuocere: scorpacciata in arrivo

L’estrazione del concorso n. 3 del Superenalotto, anziché il 6 gennaio 2024 si svolgerà nella serata di lunedì 8 gennaio 2024. E se vi sembra una brutta notizia, aspettate un attimo prima di tirare le vostre conclusioni. Perché non lo è. Non lo è affatto.

Superenalotto, salta l'estrazione del concorso n. 3: ecco perché

Considerando che una delle estrazioni in programma questa settimana è slittata alla prossima, questo significa che dall’8 al 13 gennaio potremo tentare la fortuna per ben 5 volte. Si giocherà di martedì, giovedì e sabato, come al solito, ma anche di lunedì, per via del recupero, e di venerdì, con la quarta estrazione settimanale voluta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. I ricavi, in questo caso, andranno al Fondo per le emergenze nazionali.

I giocatori avranno ancor più chance, quindi, di aggiudicarsi il jackpot e di incontrare la fortuna. Al momento il montepremi è fermo a quota 42 milioni di euro; l’ultima vincita risale al mese di novembre e la più alta nella storia resta, ancora, quella centrata nel mese di febbraio, quando sono stati portati a casa 317 milioni di euro.