Bomba prima di Inter-Juventus: “Nessun accordo per il rinnovo”

0
46

Bomba prima di Inter-Juventus, tifoserie già in fibrillazione per quella che rischia di diventare la partita dell’anno. 

Il prossimo 4 febbraio, a San Siro, sarà lui il pericolo numero uno per la difesa bianconera. E non potrebbe essere altrimenti, tenendo conto dei numeri che è stato capace di collezionare in questa prima parte della stagione. In Serie A, ad esempio, ha già segnato la bellezza di 18 gol, che gli consentono di restare al comando della classifica cannonieri.

Bomba prima di Inter-Juventus: “Nessun accordo per il rinnovo”
Lautaro Martinez e Rabiot – Juvelive.it (Lapresse)

Ma il fondo della rete l’ha trovato anche in altre competizioni: lunedì scorso, ad esempio, ha realizzato il gol decisivo nella finale di Supercoppa Italiana contro il Napoli, gonfiando la porta azzurra in pieno recupero. Stiamo parlando di Lautaro Martinez, punta di diamante dell’Inter di Simone Inzaghi che punta decisa allo scudetto. La Juventus, sua diretta concorrente, proverà a mettergli il bastone tra le ruote e la speranza di ogni tifoso bianconero è che quest’avvincente duello con i nerazzurri si possa protrarre fino alla fine del torneo. E che magari si concluda con il lieto fine, per la Signora ovviamente, che sogna di tornare a cucirsi il tricolore sul petto a distanza di 4 anni dall’ultima volta.

Bomba prima di Inter-Juventus, la “grana” Lautaro: il rinnovo è lontano

Tra le vicende che stanno “distraendo” la società nerazzurra, intanto, c’è proprio quella che è legata al rinnovo del suo capitano nonché giocatore più rappresentativo.

Lautaro Martinez primo nome per il Real Madrid
Lautaro Martinez ©LaPresse

Il contratto di Lautaro scade tra due anni e mezzo ma la trattativa con tra il club ed il suo agente procede molto a rilento. Alejandro Carmano, procuratore del “Toro”, è intervenuto qualche ora fa a Radio Sportiva ed ha messo un po’ di “paura” al popolo interista. “Lautaro è a livelli altissimi – ha detto – poi trovare un accordo non è facile ci sono tanti aspetti di cui discutere. Oggi non c’è ancora un accordo reale, così stiamo tranquilli e parliamo con l’Inter con costanza. Ora l’importante è la squadra, il momento, e lui è felice”.