Allegri non rinnova e lascia la Juventus: tagliano la testa al toro

0
80

Allegri non rinnova e lascia la Juventus. Le ultime notizie sul futuro del tecnico bianconero sempre più nell’occhio del ciclone della critica.

Il Frosinone di Eusebio Di Francesco ha rappresentato per la Juventus la classica ciambella di salvataggio. L’ultimo disperato appiglio cui aggrapparsi per non scivolare, definitivamente, nel gorgo di una crisi dai risvolti inimmaginabili.

Allegri non rinnova e lascia la Juventus
Massimiliano Allegri non rinnova e lascia la Juventus (Foto LaPresse) Juvelive.it

Daniele Rugani ha perlomeno regalato una settimana di minore pressione in attesa della gara al Maradona di Napoli contri i campioni d’Italia che, se possibile, sono messi assai peggio della formazione bianconera.

Una settimana in cui Massimiliano Allegri proverà, ancor di più, ad infondere sicurezza ai suoi ragazzi. Anche contro la compagine ciociara l’approccio alla gara è stato fin troppo timido da parte della Juventus, quasi che il timore di perdere prevalesse sulla voglia di vincere.

Saranno altri giorni, da qui alla sfida contro il Napoli, in cui si parlerà del futuro prossimo del tecnico livornese. Quasi ad anticipare una nutrita concorrenza di colleghi e non, il direttore del Corriere dello Sport, Ivan Zazzaroni, durante il programma sportivo Pressing, in onda su Italia 1, si è portato avanti con il lavoro.

Allegri non rinnova e lascia la Juventus

Analizzare il momento della Juventus osservando al microscopio l’operato del suo tecnico e da lì, quasi per incanto, predire il futuro del tecnico livornese. Questo ha provato a fare Ivan Zazzaroni. Questo il suo pensiero.

Ivan Zazzaroni
Ivan Zazzaroni (Foto LaPresse) Juvelive.it

Il secondo posto e la Coppa Italia possono mettere in difficoltà chi vuole cambiare Allegri“. Il secondo posto, infatti, permette di disputare la Supercoppa e sono ulteriori denari che entrerebbero nelle casse della Juventus.

Il direttore Zazzaroni prosegue poi la sua disamina osservando come: “C’è una tendenza, all’interno, di tagliare ‘gli agnelliani’, ovvero di dare una svolta. E’ rimasto Cherubini, in scadenza di contratto ed Allegri. Scanavino stima Allegri così come Giuntoli“.

Il problema, però, secondo il direttore del Corriere dello Sport, è che non ci sono soltanto loro all’interno della Juventus e questo potrebbe portare ad un mancato rinnovo che vorrebbe dire “che a giugno il dottor Allegri saluta la compagnia“.

Secondo la tesi di Ivan Zazzaroni l’eventuale addio di Allegri alla Juventus sarebbe una  scelta di politica interna alla stessa Juventus. Niente di più, anche se non è certo poco. Vedremo.