Szczesny alza la voce: «A Verona siamo stati imbarazzanti»

0
16

Szczesny non ha mandato giù il ko della Juventus a Verona e non ha usato mezze frasi per esternare il suo rammarico per la sconfitta. L’Inter ora è prima.

Szczesny
Szczesny in Roma-Juventus @ Getty Images

Szczesny è furibondo, al pari dei suoi compagni più rappresentativi, per il ko rimediato dalla Juventus in casa del Verona. Il portiere non ha nascosto il suo rammarico e lo ha esternato in un’intervista a Tuttosport. «Difficile spiegare un ko del genere – ha detto – nei momenti di difficoltà non abbiamo preso gol e ne abbiamo incassati due in una fase di controllo».

LEGGI ANCHE >>> Le parole di Allegri dette a Sarri nell’ultima conferenza

Szczesny e quel messaggio allo spogliatoio

“Difficile spiegare un ko del genere – racconta Szczesny  – nei momenti di difficoltà non abbiamo preso gol e ne abbiamo incassati due in una fase di controllo. Questa è una cosa che va cambiata subito, abbiamo lasciato i tre punti per strada in modo imbarazzante”. Ci va giù pesante il portiere ex Roma che poi continua ad approfondire il concetto. “Difficile dire dove dobbiamo crescere. Ultimamente in trasferta non abbiamo fatto bene ma secondo me siamo comunque in un buon momento. Dobbiamo tornare ad avere fiducia e capacità di portare a casa il risultato”.

LEGGI ANCHE >>> Il ko di Verona apre nuovi scenari per l’esonero di Sarri

rrinnovo szczesny juventus
Szczesny juventus

Difesa colabrodo per la Juventus

18 dei 23 gol subiti finora dalla Juve sono arrivati in situazioni di vantaggio: «Bisogna ritrovare la capacità di sacrificarsi quando dobbiamo difendere il risultato – spiega Szczesny – saper soffrire un po’ sul campo. Quando si gioca in trasferta e si va in vantaggio, è chiaro che la squadra avversaria ti attacca con più aggressività e devi essere bravo a non prendere gol».
La Juve avrà subito la possibilità di riscattare la sconfitta del Bentegodi giovedì in Coppa Italia contro il Milan: «C’è sempre preoccupazione quando si perde – ammette il numero 1 bianconero – ma noi continuiamo a lavorare: pensiamo subito alla partita di giovedì in Coppa Italia e poi a difendere la vetta in campionato».