Juventus, espulsione Cuadrado: arrivano le scuse del terzino

0
360

Il post del colombiano su Instagram dopo il cartellino rosso rimediato nella gara contro la Fiorentina

Juventus Cuadrado Espulsione/ Dire che la sua espulsione ha rappresentato lo spartiacque di Juventus Fiorentina sarebbe soltanto un eufemismo. L’entrataccia su Castrovilli che è costata a Juan Cuadrado il cartellino rosso ha messo una pietra tombale sulle velleità dei bianconeri, reali o presunte, di raggiungere gli ospiti, che erano passati in vantaggio grazie a Vlahovic, abile a sfruttare un’indecisione della linea difensiva della Juve e a battere un incolpevole Szczesny.

Leggi anche–>Juventus, come sta De Ligt? Le condizioni del difensore olandese

Del resto, già i primi minuti di gioco della gara dell’Allianz, avevano confermato ciò che si sospettava da tempo: non appena la squadra di Pirlo abbassa i giri del motore e stacca la spina della concentrazione, va incontro a brutte figure. Una squadra giovane, per certi versi inesperta, che molto spesso si compiace narcisisticamente delle proprie qualità, salvo poi smarrirle nei momenti cruciali della stagione. Dopo la sentenza del giudice sportivo che ha disposto che la partita contro il Napoli venga rigiocata, era necessario un segnale: prima di tutto psicologico, oltre che tecnico. E invece, i Campioni d’Italia si sono smarriti, incapaci di reggere all’onda d’urto della squadra di Prandelli, che di motivi per sbancare lo Stadium ne aveva fin troppi.

Juventus, Cuadrado si scusa su Instagram: il post del colombianoJuventus

Juventus Cuadrado/ Va detto che l’espulsione di Cuadrado sicuramente ha complicato i piani. Sul suo profilo Instagram, il terzino ex Chelsea si è scusato pubblicamente con tutto il mondo bianconero. Ecco le sue parole: “Quando si è professionisti, ci sono partite che bisogna dimenticare. E quella contro la Fiorentina è una di queste. Mi dispiace molto aver lasciato la squadra in 10. Però ho fede che il domani possa essere migliore.”

Leggi anche–>Calciomercato Juventus, può arrivare in prestito a gennaio