Calciomercato Juventus, dalla Francia la pista più calda per l’attacco

0
256

Calciomercato Juventus, dalla Francia la pista più calda per l’attaccante. A giugno lascia sicuramente. Paratici pronto all’assalto decisivo 

calciomercato juventu
Fabio Paratici (Getty images)

Arriva dalla Francia la pista più calda per l’attacco della Juventus. Un nome già accostato ai bianconeri più volte che, nella passata stagione, sembrava davvero ad un passo dal trasferimento. Ma adesso, complice anche la buona seconda parte di stagione che sta vivendo, ritorna in voga in maniera prepotente.

Poi, sono arrivate anche le parole di Sampaoli in conferenza stampa: “In questo momento non so come andrà il futuro. Ma sarà difficile trattenere Milik alla fine della stagione. È un profilo internazionale”. In mattinata ci aveva pensato l’Equipe a lanciare ombre sul futuro francese dell’attaccante della nazionale polacca. Spiegando che sarebbe il partner ideale per Ronaldo.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, annuncio Guardiola: riflessioni in corso

LEGGI ANCHE: Juventus, la società annuncia sui social: “Buona suerte, Alvaro!”

Calciomercato Juventus, Milik si libera a 12 milioni

Milik, Calciomercato Juventus @Getty

E poi c’è la clausola rescissoria all’interno del contratto che libera Milik ad una cifra sicuramente non trascurabile: servono 12 milioni di euro per strapparlo al Marsiglia. Il polacco è in lista di saldo quindi, e la sua esperienza già maturata in Italia potrebbe spingere Paratici a muoversi con largo anticipo per chiudere la trattativa.

Milik la scorsa estate era stato vicino alla Roma, con la Juventus che aveva chiuso per Dzeko. Poi sono sorte delle perplessità sullo stato di salute del calciatore – che veniva da due operazioni al ginocchio – che hanno fatto saltare la trattativa. Adesso sta dimostrando di avere superato tutti i problemi fisici. E allora si potrebbe davvero aprire questo scenario importante che andrebbe a chiudere tutte le altre porte per la casella di prima punta. Con buona pace di Haaland (che costa troppo) e di Aguero (che per età non convince).