Juventus a picco, bocciatura senza appello: “Come i dilettanti”

0
255

Bocciatura totale nei confronti della Juventus: attacco frontale ad Allegri e alla squadra

La sconfitta di ieri della Juventus in campionato contro il Monza ha ulteriormente aggravato la situazione già piuttosto drammatica, alla luce dei 15 punti di penalizzazione.

Allegri Juventus
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Una sconfitta pesante, arriva all’Allianz Stadium, a pochi giorni dal pareggio per 3-3 con l’Atalanta. I bianconeri hanno ottenuto appena un punto nelle ultime 3 partite, dove la squadra di Allegri ha anche rimediato la pesante sconfitta per 5-1 contro il Napoli. La Juve di qualche mese fa, che era riuscita a ottenere 8 vittorie consecutive, sembra essere svanita e naturalmente la situazione legata all’indagine ‘Prisma’ e alla sentenza della Corte Federale sta influendo notevolmente. La Juventus in questo momento ha appena 23 punti e la zona Europa è molto distante. La sconfitta di ieri è stata piuttosto inaspettata, vista la reazione che si era vista pochi giorni prima contro l’Atalanta. Un passo indietro considerevole che aggrava la posizione della ‘Vecchia Signora’, in un campionato che potrebbe rivelarsi fallimentare.

Allegri durante la conferenza post-partita ha sottolineato come l’attuale classifica sia quella reale e come la squadra debba prendere concretamente coscienza della situazione attuale. Sul momento generale della Juventus è intervenuto anche il giornalista Paolo Condò che ha parlato apertamente a ‘La Repubblica’ senza mezzi termini.

Paolo Condò sulla Juventus: “Primo tempo da dilettanti”

Di seguito le parole di Paolo Condò che ha analizzato non solo la sconfitta della Juventus col Monza, ma anche quella clamorosa del Milan con il Sassuolo a San Siro.

Paolo Condò
Paolo Condò ©LaPresse

“La sconfitta della Juventus, figlia di un primo tempo da dilettanti, ha una spiegazione scontata nello stress post-traumatico dovuto alla penalizzazione di 15 punti. La sconfitta del Milan che, invece, sta precipitando in fondo al pozzo, è molto più complicata da analizzare. La Juventus di Allegri non ha mai avuto un gioco solido al quale appoggiarsi nei momenti di difficoltà. Allegri aveva riprogrammato la caccia al posto in Champions League per restituire un traguardo a una squadra vacillante: espediente già saltato, alla luce degli ultimi risultati e della posizione di classifica”. Parole pesanti, quelle del giornalista di Sky Sport, che è stato piuttosto diretto nei confronti della Juventus e di Allegri.