Chiesa a un passo dalla firma: svolta Juventus, le cifre del nuovo contratto

0
162

Chiesa a un passo dalla firma, il rinnovo è vicinissimo: l’intenzione della Juve è blindare l’ex viola. 

Quando è entrato, a metà del secondo tempo, la musica è cambiata. Federico Chiesa, per la Juventus, è prezioso anche se a mezzo servizio. Non è un caso che l’ex Fiorentina sia stato uno dei migliori in campo sabato scorso con il Verona.

Chiesa a un passo dalla firma: svolta Juventus, le cifre del nuovo contratto
Chiesa – Juvelive.it (LaPresse)

E se la Vecchia Signora alla fine è riuscita a mettere le mani sui tre punti, buttando già il muro scaligero, è anche merito suo: fondamentali le scorribande del figlio d’arte per mandare fuori giri la difesa gialloblù, capitolata in pieno recupero. Una prestazione, quella di Chiesa, che ancora una volta ha confermato quanto sia importante il suo talento per la squadra di Massimiliano Allegri. Se Chiesa sta bene è un giocatore devastante: non lo scopriamo certo oggi. L’unico suo limite sono gli infortuni, che nell’ultimo anno e mezzo non gli hanno permesso di giocare con continuità. L’ex viola, infatti, era reduce dall’ennesimo problema muscolare che gli ha fatto saltare anche gli ultimi impegni con la nazionale. Ora il tecnico livornese si augura di poterlo schierare dal primo minuto, domenica prossima, contro il suo vecchio club nella sfida di domenica prossima al “Franchi” di Firenze.

Chiesa a un passo dalla firma, ritocco dell’ingaggio per il figlio d’arte

Parallelamente la Juventus ed il suo responsabile dell’area sportiva Cristiano Giuntoli stanno lavorando al rinnovo, di concerto con il suo agente Fali Ramadani.

L’accordo sembra vicino: lo ha riferito ieri sera l’esperto di mercato della Rai Marco Conterio nel corso del programma 90° minuto. Il giornalista ha svelato anche le cifre: Chiesa al momento ha un contratto fino al 2025, l’intenzione è quella di prolungarlo fino al 2028 e di portare l’ingaggio a 6 milioni di euro. La Juventus vuole blindare uno dei suoi giocatori più forti e rappresentativi, dunque, blindandolo. I ricchi club della Premier League – uno su tutti il Liverpool, che si ea mosso già in estate – sono in agguato.