Juventus, Allegri spalle al muro: niente Conte, un altro ex fulmina Elkann

0
109

La lista per il post-Allegri è piuttosto lunga: Conte in pole per la panchina della Juventus ma c’è anche un altro ex tra le opzioni

Ormai da tempo tanti nomi circolano in orbita Juventus per il dopo Allegri. A prescindere da come andrà potrebbe essere l’ultima stagione dell’allenatore toscano alla guida del club bianconero.

Calciomercato Juventus: Conte in cima per il dopo Allegri
Allegri (AnsaFoto) – Juvelive.it

Le parti potrebbero trovare un accordo sulla base di una buona uscita, con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del contratto, fissata per il 2025. Ad oggi ci sono diversi candidati per il dopo Allegri, uno su tutti Antonio Conte che sembra proiettato verso il ritorno sulla panchina della Vecchia Signora. Ad oggi il tecnico pugliese ha deciso di non accettare nessun progetto in corso, abituato a iniziare i percorsi da inizio stagione e non a stagione iniziata. Come riportato da Gianluca Minchiotti, giornalista di calciomercato.com, le percentuali per il post-Allegri sarebbero le seguenti.

Juventus, per il dopo Allegri c’è Conte in cima: segue Tudor

Intanto al 50% rimarrà lo stesso Allegri. Qualora dovesse centrare l’obiettivo minimo della qualificazione alla prossima Champions o qualora dovesse addirittura riuscire a vincere lo scudetto, ci sarebbero due strade.

Alessandro Del Piero e Antonio Conte ritorno al passato?
Alessandro Del Piero e Antonio Conte insieme alla Juve? (Foto ANSA juvelive.it)

Da una parte quella di proseguire fino al termine del suo contratto, dall’altra quella di salutare da vincitore, raggiungendo un accordo per la risoluzione consensuale. Al 30% Antonio Conte, il grande ex che mai come adesso è stato vicino al ritorno a Torino. Anche i ‘no’ a Napoli e Roma sono un indizio da non sottovalutare e che potrebbero presupporre qualcosa di più di un semplice pensiero. Al 10% Igor Tudor che di recente è stato sondato dal Napoli per sostituire Rudi Garcia. L’ex Marsiglia chiedeva un contratto biennale che Aurelio De Laurentiis ha preferito non assecondare. Tudor ha già vissuto l’ambiente bianconero, prima da giocatore e poi da allenatore in seconda, durante l’annata di Pirlo. Un aspetto che potrebbe rivelarsi importante nella valutazione da parte della dirigenza bianconera.

Tudor: opzione percorribile per la Juventus
Tudor (Lapresse) – Juvelive.it

Solo al 7% Raffaele Palladino che rimane un nome valutato dalla società e che, anche lui, da calciatore ha vestito la maglia della Juventus. Chiudono questa profonda lista Gian Piero Gasperini e Alessio Dionisi, rispettivamente col 2% e l’1%. Due opzioni poco percorribili per fattori differenti ma non da escludere definitivamente.