Home Tutto della Juventus - News di ultim'ora Sarri e il bel gioco, Juventus ancora troppo “allegriana”

Sarri e il bel gioco, Juventus ancora troppo “allegriana”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01
juventus udinese probabili formazioni coppa italia
Maurizio Sarri @ getty images

Maurizio Sarri deve fare di più. La richiesta del popolo bianconero è all’unisono perché l’insidia Inter è dietro l’angolo. Antonio Conte, del resto, non è uno che si accontenta di arrivare secondo. Spreme i suoi uomini come non mai e li costringe a versare ogni goccia di sudore. Lo straordinario rendimento e l’imminente arrivo di Eriksen dal Totthenam potrebbero complicare i piani della Juve.

CLICCA QUI >>> Il Papu Gomez difende l’Atalanta contro un tifoso Inter anti-Juve

Sarri e i confronti

Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, Sarri ha fatto meglio dei suoi due predecessori al primo anno. «Conte partì con i 41 punti della stagione 2011-12 – si legge -. Allegri invece iniziò con 46 nel 2014-15, quando fece il double (campionato e Coppa Italia) e si spinse fino in finale di Champions League. Sarri con i suoi 48 punti ha il secondo miglior piazzamento dal 2011-12 a oggi. Meglio ha fatto solo Conte nel 2013-14, con 52 punti al giro di boa che gli permisero di fare il record di 102.

Maurizio Sarri prima di Roma-Juve
Maurizio Sarri prima di Roma-Juve

CLICCA QUI >>> Il futuro di Allegri può essere in Lega…

Roma-Juve, campanello d’allarme?

Nonostante i numeri dicano (quasi) sempre la verità, c’è il risvolto della medaglia. La Juventus ha approfittato di una Roma  entrata in campo distratta e si è portata sul 2-0 dopo appena 10’. Certo, ha avuto altre occasioni per tritare il match, ma ha lasciato il pallino del gioco a Fonseca. Perché? Il cambio in panchina estivo fu dettato dal dare al collettivo un’impostazione totalmente europea, con un calcio offensivo. L’identità dei bianconeri è per adesso ancora ancorata a retaggi “allegriani”, fatti di gestione e ripartenze. L’unica partita veramente sarrista è stata quella col Cagliari. Troppo poco, perché se Pellegrini non avesse sparato alto al 94’, chissà di che parleremmo oggi.

 

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK