Stipendi Serie A: salta l’incontro Lega-Aic

0
147

Una delle questioni che sta tenendo banco in questi giorni nel mondo del calcio è quella legata alla riduzione degli stipendi dei calciatori. Un nodo da sciogliere al più presto, perché l’emergenza Coronavirus non è più solamente sanitaria ma anche economica. Le aziende sono in affanno e quelle calcistiche, vale a dire i club, non fanno differenza.

Tommasi ©Getty
Damiano Tommasi ©Getty

Oggi lunedì 30 marzo era in programma un incontro tra la Lega Serie A e l’Associazione Italiana Calciatori. Incontro virtuale, ovviamente, in call conference. La Lega avrebbe voluto presentare un piano collettivo relativo alla riduzione degli stipendi, ma – come riporta il Corriere dello sport – precedenti riunioni hanno fatto slittare i tempi.

LEGGI ANCHE –>>Calciomercato Juventus, Bonucci passa al City?

Ad ogni modo le due parti si riaggiorneranno nella giornata di domani per discutere di questo problema, con la speranza di riuscire a trovare al più presto un accordo. Non ci sono ovviamente novità relative alla ripresa del campionato: probabilmente se ne tornerà a parlare dopo Pasqua o quantomeno quando ci saranno dei numeri positivi relativo al calo dei contagi.

La Juventus ha già trovato l’accordo

I giocatori della Juventus hanno anticipato ogni tipo di accordo collegiale e hanno deciso di comune accordo di rinunciare ad una grande fetta del proprio ingaggio annuale. In totale la bellezza di 90 milioni di euro circa che aiuteranno la società in questo momento così delicato. Quello dei bianconeri è stato senz’altro un gesto importante non solo per il club di appartenenza, ma per tutto il sistema calcistico italiano. Anche i giocatori delle altre squadre probabilmente si allineeranno alla decisione presa da quelli della Juventus.

LEGGI ANCHE ->>Isolamento finito, altri due giocatori della Juventus lasciano l’Italia