Juventus, la conferenza stampa di Pirlo: “Dybala ancora indisponibile”

0
386

Juventus, conferenza stampa pre Crotone: i bianconeri domani affronteranno l’ennesima prova del nove del campionato. Vietato sbagliare.

Juventus
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus @Getty

Juventus, Andrea Pirlo in conferenza stampa ha parlato alla vigilia del monday night contro il Crotone, che si giocherà domani sera alle ore 20.45 all’Allianz Stadium. Vietato sbagliare. I bianconeri non possono più concedersi passi falsi, dopo la sconfitta con il Napoli la corsa alla testa della classifica si è ulteriormente complicata, perdere punti adesso potrebbe risultare cruciale. Proprio per questo motivo i bianconeri domani sera vogliono vincere e ottenere i tre punti nel proprio stadio. A tal proposito il maestro si è espresso sulla questione, ecco cosa ha detto: “Domani Dybala sarà ancora indisponibile”. 

LEGGI ANCHE >>> Juventus, senti Ursino: “I bianconeri hanno un diamante in casa”

Juventus Crotone, la conferenza stampa di Pirlo

Juventus
Andrea Pirlo (Getty Images)

Brutte notizie per domani, la Juventus dovrà privarsi della Joya che risulterà ancora indisponibile. Ma dal primo minuto ci sarà Buffon: “Buffon giocherà dal primo minuto. Dybala non sarà disponibile purtroppo invece di migliorare le cose rimangono uguali. Il dolore al ginocchio persiste quindi bisogna aspettare ancora qualche giorno. Ramsey è disponibile adesso valuteremo se farlo giocare dall’inizio e in quale posizione, ma è già una buona notizia averlo a disposizione”. Buone notizie quindi sul fronte Ramsey che potrebbe addirittura partire dal primo minuto.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Cristiano a caccia di record: vuole battere anche Ibra

Alla domanda su quanto sia importante la sfida di domani, Pirlo non ha esitato rispondendo: “Domani sarà una sfida importante per continuare il cammino per la lotta per lo scudetto. Sappiamo che sarà una sfida molto difficile. Il Crotone è una squadra che gioca bene a calcio. Nonostante non siano sempre arrivati i risultati, la squadra ha sempre giocato secondo la propria filosofia. Sta facendo vedere cose interessanti”.

Alla domanda se ha alzato la voce dopo la sconfitta col Porto, Pirlo ha risposto: “Io avevo già alzato la voce a fine primo tempo perché non mi era piaciuto come avevamo gestito la gara. Quando siamo rientrati  abbiamo poi avuto quei secondi di blackout che ci sono costati il secondo gol, non c’è bisogno di alzare la voce quando sai di aver fatto male. Quando perdi un ottavo di finale in questo modo c’è grande rammarico e dovranno trasformarlo in carica per domani sera e ribaltarla al ritorno”.