Juventus, furia social sulle parole dell’ex Conte: “Non nominarci più”

0
438

Juventus, le parole dell’ex Antonio Conte non piacciono ai tifosi bianconeri che insorgono sui social: cosa è successo.

Antonio Conte, allenatore dell’Inter (Getty)

Juventus, la situazione non sembra rasserenarsi nemmeno dopo la vittoria di ieri contro il Napoli, le parole di Antonio Conte, allenatore dell’Inter hanno fatto infuriare i tanti supporter bianconeri che sono insorti sui social. Lo stesso Massimo Pavan, direttore di Tuttojuve, pur non nominando esplicitamente Antonio Conte esprime su twitter il suo dissenso: “Quel signore, non dovrebbe mai nominare la Juve visti i precedenti come fai a dire: “Sarebbe bello spodestare la Juve” quando ormai il campionato è finito da due settimane e sappiamo benissimo i motivi? Da juventino sta diventando simbolo dell’anti-juventinismo restiamo basiti”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, lascia il Bayern: obiettivo a parametro zero

Juventus, furia social sulle parole dell’ex Conte: “Non nominarci più”

Juventus
Antonio Conte, Inter @Getty

E le reazioni non sono poche, tanti tifosi sono delusi dalle parole dell’ex allenatore e giocatore bianconero. Parole forti e senza motivo di esistere. Su Twitter sono centinaia i commenti sull’accaduto. Molti addirittura invocano alla stella dello Stadium, e sul fatto che sarebbe giusto toglierla, altri invece rimangono basiti perché – in fondo –  Conte è stato proprio parte di quegli anni di dominio bianconero. Certamente i rapporti non si sono placati, semmai ulteriormente incrinati. Queste parole sono, per alcuni supporter, un simbolo di anti juventinità.

LEGGI ANCHE >>> Dybala, cosa cambia per la Juventus dopo il gol al Napoli

Conte è prossimo a vincere lo scudetto con la compagine nerazzurra,  il distacco è ormai insormontabile, ma finché l’aritmetica non condanna tutto sarà ancora in discussione anche se il destino sembra già scritto. Ma la Juventus dopo la vittoria di ieri sera è pronta a mantenere salda la qualificazione in Champions per la prossima stagione e ripartire. C’è però ancora una finale di Coppa Italia da giocare e la concentrazione è massima.